Amaranto tra sogno e realtà

Amaranto tra sogno e realtà

Non è stato il più bel Cattolica della stagione, ma arrivano altri tre punti contro il Caccamo per gli Amaranto che celebrano il primato solitario, evento che non accadeva dai primi mesi del 2011.
Primo tempo non bellissimo con le due squadre che alzano spesso il pallone creando diverse mischie a centrocampo che lasciano poco allo spettacolo. Nonostante ciò i locali confezionano due occasioni, una con Miceli che spara sul portiere da posizione ravvicinata, e una con Termine che dopo aver rubato la palla al portiere perde l’attimo giusto per l’assist vincente. Il vantaggio arriva al 24′ con un tiro da fuori di capitan Catania che trova la complicità del portiere ospite che non trattiene. Si continua la partita maschia e poco spettacolare di cui si parlava sopra, ma a dare allo spettacolo lo giusto spazio che merita ci pensa il quarto centro in cinque partite su punizione di Stagno al 67′. Nei cinque minuti successivi gli uomini di Mister Tutino hanno 3 chiare occasioni di contropiede per andare sul 3-0, ma riescono a complicarsi la vita regalando con un’azione rocambolesca il 2-1 al Caccamo. I minuti successivi scorrono tranquilli e gli ultras possono intonare il coro del momento “salutate la capolista”, in attesa della prova del nove a cui siamo attesi sabato ad Aragona contro il Città di Agrigento, che ci dirà se i sogni son solo desideri o qualcosa di più…

asd Cattolica Eraclea

  • i sapori
  • gambino ass