ADICONSUM/ Valle dei Templi: costretti a pagare due biglietti per una sola visita

Con nota del giorno 16/02/2011, l’Associazione Culturale Arcadia di Agrigento ha reso noto che a partire dal 1° Marzo 2011 presso il Parco Archeologico di Agrigento verrà allestita una mostra di arte contemporanea del famoso artista polacco Mitoraj.
La cosa che ci ha colpito e che ci è stata denunciata da diversi operatori del settore, nonché da privati cittadini, al punto da spingerci a far sentire anche la nostra “voce”, è l’obbligo del pagamento di un ticket di € 1 previsto, obbligatoriamente, per visitare la mostra d’arte di cui sopra, biglietto da aggiungersi a quello previsto per l’ingresso al museo, dell’importo di € 11 (ticket intero) ovvero di € 5 (ticket ridotto).
E’ovvio che, con la presente, non è nostra intenzione far leva sull’importo, sicuramente accessibile, dei ticket imposti per l’accesso; tuttavia, è alquanto discutibile che il visitatore ben intenzionato a visitare il museo, si trovi praticamente costretto anche all’ingresso alla suddetta mostra in quanto allestita lungo il percorso di visita monumentale, dunque al pagamento coatto di un ulteriore biglietto.
Ciò contrariamente a quanto stabilito dall’art. 1469 – bis del c.c., che, nell’ambito di un contratto tra il consumatore e professionista considera “vessatorie tutte quelle clausole che determinano a carico del consumatore un significativo squilibrio dei diritti e degli obblighi derivanti dal contratto.”
Alla luce di quanto appena detto, è dunque scandaloso che si cerchi di lucrare anche in eventi come questo, ove dovrebbe invece trionfare l’amore per l’arte e soprattutto il rispetto del singolo utente, soprattutto in una città come Agrigento, in cui di eventi importanti e di rango internazionale, come appunto la mostra dello scultore Mitoraj, se ne organizzano sempre troppo pochi.
E se si organizzassero dieci mostre contemporaneamente quanto costerebbe una visita al Parco Archeologico?

ADICONSUM AGRIGENTO
Alfonso SCANIO

  • i sapori
  • gambino ass