“A proposito di…droga”

Scrive Carmela Ragusa a proposito dell’arresto di un giovane cattolicese trovato con hashish nelle mutande

Al di là di ogni semplice curiosita’ o di commiserazione per l’accaduto,cio’ che mi spinge ad esprimere il mio modesto pensiero e’ il commento di Osvaldo Sciascia “a fianco delle forze dell’ordine devono schierarsi i genitori che hanno figli piccoli, perchè prevenire è meglio che curare”. Condivido pienamente questo suggerimento perchè sono fermamente convinta che i figli hanno , necessariamente , bisogno di essre seguiti e aiutati a crescere. Premetto che non è un lavoro facile ma molto faticoso perchè oggi,nonostante il benessere o proprio per questo, il mestiere di genitore è diventato difficile. Sicuramente gli errori possono aiutare a crescere come ha detto affettuosamente Calogero( beddru me, fatti forti si sbaglia pi un sbagliari cchiu’),l’importante è non continuare a sbagliare.E li il compito di genitore diventa veramente ostico:bisogna stare all’erta per potere intervenire al momento opportuno. E per entrare nel merito della questione, dico subito che parlare di droga non dovrebbe procurare disagio. Purtroppo mi sembra di capire che l’argomento , pur destando molta preoccupazione , si preferisce non trattarlo.


E’ li l’errore perche’ meno se ne parla, peggio è. Cerchiamo un po’ tutti di far capire ai ragazzi che la droga provoca danni irreversibili, perchè non è vero che lo spinello non fa male: lo spinello brucia, la polvere bianca deteriora,per non parlare,poi, di tutte le altre porcherie sintetiche che distruggono le cellule nervose.E a che pro, poi, se non per andare ad accrescere l’enorme ricchezza di coloro che la mettono sul mercato? Perchè è chiaro che la droga non l’hanno inventata i ragazzini, ma quelle persone(persone?) senza scrupoli, senza amore, senza onore, senza dignita’, senza timore di DIO. E a costoro lancio una provocazione:- Cosa ne farete di tutti questi soldi , se un bel momento sopraggiunge un alieno di nome “cancro”?. Son sicura che anche voi, a quel punto,sarete impotenti e la ricchezza accumulata non vi aiutera’ certo:vi siete venduti l’anima e adesso vi si ruba il corpo.E sara’ la vostra fine…….Lucrare con la droga è un delitto, perche’ la droga uccide. Ricordatevelo, i soldi sono carta straccia e poi anche voi avete figli.-
Ai ragazzi dico semplicemente: non lasciatevi fregare dalla droga, perche’ vi distrugge il futuro. Non è vero che vi procura sensazioni bellissime, probabilmente vi anestetizza i freni inibitori e per alcuni minuti vi porta fuori dalla realta’. E quella sensazione di momentanea piacevolezza altro non è se non l’inizio della vostra rovina. La vita , nonostante le preoccupazioni che puo’ presentare, è bella e merita di essere vissuta nel migliore dei modi: divertitevi , andate a cinema , a ballare, a sciare, in vacanza, ma lasciate perdere questa dannata droga perchè procura soltanto guai.

  • i sapori
  • gambino ass